Sezione DOCUMENTALE

Benzene

Il benzene (C6H6) è un idrocarburo aromatico strutturato ad anello esagonale contenente 6 atomi di carbonio e 6 atomi di idrogeno. Rappresenta la sostanza aromatica a struttura molecolare più semplice e per questo lo si può definire composto-base della classe degli idrocarburi aromatici.

A temperatura ambiente il benzene si presenta come un liquido incolore che evapora velocemente nell'aria, è caratterizzato da un odore pungente e dolciastro. E' una sostanza altamente infiammabile, ma la sua pericolosità è dovuta principalmente al fatto che è un cancerogeno riconosciuto per l'uomo. Pur essendo ampiamente dimostrata la sua pericolosità per l'uomo, per il suo ampio utilizzo, questa sostanza è praticamente insostituibile. Molte industrie lo impiegano per produrre altri composti chimici come lo stirene, il rumene (per realizzare varie resine) e il cicloesano (per produrre nylon e molte fibre sintetiche). Il benzene viene anche utilizzato per ottenere alcuni tipi di gomme, lubrificanti, coloranti, inchiostri, collanti, detergenti, solventi e pesticidi. Il benzene è, inoltre, assieme ad altri aromatici, uno dei componenti delle benzine impiegato per conferire le volute proprietà antidetonanti e per aumentare il numero di ottani in sostituzione totale del piombo.

Le sorgenti di benzene di origine antropica sono le emissioni industriali e quelle derivanti in maniera diretta o indiretta dal traffico degli autoveicoli.

Le emissioni industriali di benzene sono causate dalla combustione incompleta del carbone e del petrolio (dei quali è un costituente naturale) e dagli usi industriali vari del benzene (vapori liberati dai prodotti che contengono benzene come colle, vernici e detergenti e durante i processi di fabbricazione di plastiche e resine sintetiche).

Valore limite per la protezione della salute umana (d.lgs. n.155/2010)

Tipologia di limite

Periodo di mediazione

Valore

Valore limite annuale

Anno civile

5 µg/m3