Sezione DOCUMENTALE

DIAPASON

Desert-dust Impact on Air quality through model-Predictions and Advanced Sensors ObservatioNs


Obiettivi

L'obiettivo di DIAPASON è quello di dimostrare il beneficio di tecnologie innovative e affidabili, in parte sviluppate nell'ambito del progetto, mirate ad attestare e valutare gli effetti degli eventi di polvere sahariana sui livelli di particolato atmosferico.

In Europa il contributo di tali eventi può incidere significativamente sul livelli di PM misurati durante un anno e questa condizione influisce sulle valutazioni di qualità dell'aria. La direttiva Europea 2008/50/CE consente agli Stati membri di sottrarre il contributo delle sorgenti naturali prima di confrontare le concentrazioni ambientali ai valori limite pertinenti. A questo proposito, la Commissione europea (CE) ha recentemente pubblicato delle linee guida specifiche (CE, 2010) finalizzate alla valutazione del contributo degli eventi naturali sui livelli di particolato. La Metodologia per l'identificazione degli eventi di polvere sahhariana (dddM) proposta nelle linee guida EC costituisce la base (BASELINE-dddM) su cui il Progetto DIAPASON realizzerà una metodologia di rilevazione di polveri desertiche (DIAPASON-dddM). Lo scopo del progetto DIAPASON è l'implementazione di un dddM innovativo, solido e user-friendly che evidenzi gli eventi di avvezione sahariana e quantifichi il loro contributo sui livelli di PM misurati dalle reti di monitoraggio degli stati membri EU. DIAPASON si propone di rafforzare ed ottimizzare le linee guida europee (BASELINE-dddM) tramite la progettazione e la realizzazione di appositi strumenti di rilevazione (Polarizzazione Lidar di Ceilometers, PLC) abbinati con l'utilizzo di contatori ottici di particelle (OPCs)

Attività di ARPALAZIO

Le attività di ARPALAZIO possono essere sintetizzate nei seguenti punti. La prima fase è finalizzata alla progettazione ed allo sviluppo di uno strumento informatico che permetta di accedere rapidamente e facilmente alle informazioni necessarie per implementrare le linee guida europee (BASELINE-dddM). La metodologia suggerita dalle linee guida europee (BASELINE-dddM) per identificare e quantificare le il contributo sui livelli di PM10 dovuti all'avvezione sahariana sarà interamente implementata e testata all'interno del progetto. I risultati ottenuti dalla applicazione delle linee guida EU (BASELINE-dddM) saranno confrontati con i risultati ottenuti dalla metodologia sviluppata dal progetto (DIAPASON-dddM). Dopo aver testato la solidità e la validità dello strumento di analisi sviluppato in questa fase su un anno di riferimento, lo stesso verrà utilizzato per identificare e quantificare il contributo di eventi sahariani sui livelli di PM10 su una scala pilota come l'area metropolitana di Roma. Le informazioni utilizzate e prodotte nell'ambito del progetto verranno mantenute ed archiviate presso ARPALAZIO e presso le strutture del CNR-ISAC per future considerazioni degli eventi naturali.

Prodotti realizzati

Software di analisi per implementare la BASELINE-dddM e risultati preliminari del caso studio.

Ruolo ARPA

Associated Beneficiary

Referente ARPA

Ing. Roberto Sozzi

Soggetti coinvolti

Ruolo Soggetto Paese
Responsabile CNR-ISAC Italia
Partner ARPALAZIO Italia
Partner Jenoptik-ESW sino al 31.03.13 Germania
Partner LEOSPHERE dal 01.04.13 Francia

Link

http://www.diapason-life.eu

Logo DIAPASON Logo Life